"Pacem in Terris"
(San Giovanni XXIII, titolo dell'ultima enciclica come Papa)

Il Giovanni XXIII si pone come fine prioritario delle sue azioni educative quello di contribuire con tutte le sue forze alla Pace di tutti. 

Studiare in modo sano, in un ambiente sereno e condiviso, costruire il futuro con la partecipazione attiva sono il fulcro di ogni iniziativa di Pace.

 

defi L' I.T.I.S "Giovanni XXIII" è dotato di un defibrillatore defi

L'ITIS Giovanni XXII sulla trasmissione RAI "Generazione Digitale" e su "REPORT" 

  report

                                                                                                                                                           

Professional and reliable web hosting reviews and hosting guide. InMotion Reviews and testimonials customer ratings.

Erasmus+

12298097 10208620367095058 1074785820 o

Il Giovanni XXIII crede nell'Europa #Porteovuerte

Dopo la bellissima, preziosa e di grande valore interculturale, esperienza del progetto Comenius 2012/14, l'ITIS Giovanni XXIII di Via Tor Sapienza sarà di ancora una volta impegnato, all'interno dei rinnovati programmi di mobilità ERASMUS plus, come partner di una nuova avventura multilaterale in Europa per gli anni 2015/17.

Il nuovo progetto dal titolo 'Better Environment, Better Future', sarà davvero una bella sfida per l'Istituto che, non solo sul piano didattico o per la ricchezza degli indirizzi tecnologici , si impegna molto nelle politiche Ambientali ( better environment) ma perchè propone nella mission della sua offerta formativa di costruire con i propri studenti una idea di futuro (better future) di partecipazione attiva e di pace.

L' avventura inizierà con il primo incontro transnazionale tra le nove scuole partner del progetto. Sarà proprio l'itis Giovanni XXIII ad aprire le sue porte a 17 colleghi provenienti dalla Bulgaria, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo , Slovacchia, Spagna e Turchia nei giorni 30 novembre /3 dicembre 2015.

Avere un edificio con la #porteouverte ci riempie di orgoglio e ci conferma nella scelta di credere nell'Europeizzazione della scuola italiana soprattutto per dare una riposta, principalmente educativa e culturale a quanti in questi giorni vorrebbero tenere le nostre vite paralizzate dallo sconforto e dall'orrore.

Partecipare a questo progetto, che prevederà una mobilità di studenti e insegnanti in tutte le scuole ed in ogni nazione, conferma la convinzione che ci sia più bisogno ora di tenere aperti sia i confini del nostro pensare che quelli fisici tra le nazioni per costruire un futuro possibile . Proseguire a progettare con l' idea europea di riconoscere le diversità e vedere questo impegno di nuovo finanziato dall'agenzia nazionale INDIRE è la reazione di grande civiltà e coraggio che vogliamo offrire ai nostri studenti e alle loro famiglie. Conoscere da vicino colleghi professori e coetanei studenti non solo arricchisce per la qualità confronto ma afferma il diritto di sapere e di vivere la storia da protagonisti .

#PORTEOUVERTE - SI! porte aperte di benvenuto che si chiuderanno solo per tenere fuori INDIFFERENZA, PAURA e TERRORE

Il 2016 si aprirà subito con le prime due visite presso le scuole partner di Varsavia nella seconda metà di gennaio e di Madeira a fine febbraio di cui daremo pronto resoconto, come del resto faremo per tutti i successivi meeting compreso l'evento di dicembre 2016 quando saremo di nuovo noi dell'Itis ospiti della mobilità di progetto..... a presto !!!

D. G.

In basso il link al certificato delle scuole fondatrici e partner del progetto

Certificato

 

| Info | Note Legali | Accessibilità | Privacy | Responsabile del Sito | Sito conforme al D.Lgs 33/13                               

                                                         © 1963 - 2015 Istituto Tecnico Industriale Statale "Giovanni XXIII" Roma